Salta

Carne Coltivata: Firma contro il Divieto

Per tutelare e valorizzare le eccellenze agroalimentari del nostro Paese non serve inventare divieti contro pericoli immaginari e violare la Costituzione e gli obblighi internazionali dell'Italia. Occorre invece conciliare qualità e innovazione, proprio per far sì che anche in futuro l’Italia sia all’avanguardia della filiera agroalimentare e zootecnica.

Il divieto sulla "carne coltivata" è un feticcio ideologico del governo Meloni: hanno concepito un divieto preventivo e oscurantista su un prodotto per cui non è ancora neanche arrivata la richiesta di autorizzazione all’EFSA per l’immissione nel mercato comune europeo.

Un divieto del genere vìola il principio costituzionale di libertà di iniziativa economica privata, oltre ad avere come effetto sostanziale quello di limitare lo sviluppo della ricerca scientifica nel nostro Paese. Questo disegno di legge si pone in contrasto con la libera circolazione delle merci in Europa, che è tra i capisaldi su cui si fonda l’UE.

Tutto questo senza che vi siano reali esigenze di tutela della salute, né dell’ambiente, che siano fondate su dati scientifici. Al contrario, la “carne coltivata” potrebbe rappresentare un settore lavorativo per migliaia di giovani scienziati e ricercatori, ma in futuro anche per migliaia di imprenditori agricoli italiani, oltre che un’alternativa sostenibile agli allevamenti intensivi e alla macellazione di animali.

Per tutte queste ragioni, chiediamo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di non firmare il testo e rinviarlo in Parlamento.

Se sei un ricercatore o un imprenditore del settore segnalaci la tua sottoscrizione.



Dona per questa causa

Aggiungi la tua firma!

Hanno già firmato in 4.983, arriviamo a 6.000!

Mostra 731 reazioni

  • Armanda Porretti
    signed 2023-03-30 14:42:46 +0200
  • Raffaella Calvino
    signed 2023-03-30 14:42:09 +0200
  • Arianna Papa
    signed 2023-03-30 14:41:09 +0200
  • Giorgia Pedrielli
    signed 2023-03-30 14:41:08 +0200
  • Chiara Marchese
    signed 2023-03-30 14:34:54 +0200
  • Francesca Prandi
    signed 2023-03-30 14:29:52 +0200
  • Riccardo Anis Pollo
    signed 2023-03-30 14:28:03 +0200
  • Roberta Giuditta
    signed 2023-03-30 14:21:52 +0200
  • Giuseppe Favia
    signed 2023-03-30 14:15:18 +0200
  • Giacomo Pompanin
    signed 2023-03-30 14:12:53 +0200
  • Pino Parisio
    signed 2023-03-30 14:10:42 +0200
  • Leonardo Conserva
    signed via 2023-03-30 14:04:31 +0200
  • Stefano Riggi
    signed 2023-03-30 14:03:57 +0200
  • Olivia Ratti
    signed 2023-03-30 13:50:44 +0200
  • Alessandro Capo
    signed 2023-03-30 13:48:12 +0200
  • Filippo Larganà
    signed 2023-03-30 13:48:02 +0200
  • Alessandra Garlaschi
    signed 2023-03-30 13:35:07 +0200
  • Maria Zicaro
    signed 2023-03-30 13:32:37 +0200
  • Pierluigi Bianchi
    signed 2023-03-30 13:29:59 +0200
  • Salvatore Alessio Ippolito
    signed via 2023-03-30 13:29:22 +0200
  • Domenico Saggese
    signed 2023-03-30 13:27:04 +0200
  • Valentina Romano
    signed 2023-03-30 13:26:23 +0200
  • Valentina Ferrari
    signed 2023-03-30 13:23:13 +0200
  • Maria Gabriella Rizzo
    signed 2023-03-30 13:18:24 +0200
  • Simone Benatti
    signed 2023-03-30 13:16:25 +0200
  • Chiara Bellantoni
    signed 2023-03-30 13:10:28 +0200
  • Luca Niccolai
    signed 2023-03-30 13:04:49 +0200
  • Francesco Raichini
    signed 2023-03-30 13:00:03 +0200
  • Federica De Felice
    signed 2023-03-30 12:57:11 +0200
  • Francesca Roda
    signed 2023-03-30 12:52:59 +0200