Salta

Rimettere in discussione il Mes è un altro danno alla credibilità dell'Italia

di Benedetto Della Vedova

Rimettere oggi in discussione l’accordo sul Mes, per un paese indebitato come il nostro, significa scherzare con il fuoco. La polemica scomposta di questi giorni sta già indebolendo la posizione e la reputazione dell’Italia sui tavoli europei, dove si giocano altre partIte rispetto alla governance economica in particolare dell’area Euro.

Questo è un altro caso in cui i guai del Conte 1 pesano come macigni sul Conte 2. Il premier avallò a giugno un accordo con i partner frutto di un lungo negoziato. Oggi Conte lo vuole mettere in discussione, rimangiandosi di fatto la parola e mettendo l’Italia in una posizione di difficoltà. Il Primo Ministro e il Movimento 5 Stelle si devono assumere, in solido con Salvini, la responsabilità di quanto concordato (in un accordo che resta purtroppo tra Stati e quindi al di fuori dalle istituzioni Ue) ed evitare di trascinare l’Italia in una polemica solitaria, fuori tempo e fuori misura.

Continua a leggere

Ultime News

Mostra una reazione

Controlla la tua e-mail per un collegamento per attivare il tuo account.